Donne! Felici si diventa, se si guida una moto.

0
77

Secondo il rapporto del Motorcycle Industry Council americano, infatti, la percentuale di mezzi a due ruote comprati da pubblico femminile è salita clamorosamente negli ultimi anni. La quota rosa ha raggiunto il 25% del popolo dei riders.

Tra le motocicliste americane  si contano donne che hanno alle spalle una carriera motociclistica di tutto rispetto. Decenni passati in sella, decine di moto possedute, centinaia di migliaia di chilometri percorsi, posizioni e mansioni al vertice delle principali associazioni di motociclisti.

E’ stato fatto anche una statistica nello specifico, intervistando oltre 2000 donne di cui 1.013 donne riders e 1.016 non-riders.

Secondo la Kelton Global, che ha condotto lo studio è emerso che:

il 37% delle rider è sempre in uno stato di felicità, percentuale che tra le non-rider è solo il 16%.

Il 27% delle rider si sente poi perennemente sexy e attraente, tra le non-rider solo il 7%.

Infine ben il 35% delle rider è sempre sicuro delle proprie scelte, dato solamente pari al 18% per le non rider.

“I risultati indicano chiaramente che guidare una moto migliora notevolmente i sentimenti di una donna e la sua autostima in generale”, sentenzia Claudia Garber, dirigente di Harley-Davidson, “Ecco perché imparare ad andare in moto è il regalo perfetto da fare a sè stessi, soprattutto se si è donne”.

corso_donne_magione

Anche in Italia ci sono sempre più gruppi e associazioni tutti al femminile, degno di nota “Motocicliste.net”, nato nel 1998, e che oggi conta oltre 11.000 motocicliste.

Il gruppo è molto attivo su vari fronti: organizza corsi di formazione (corsi di guida per principianti, guida in pista o in fuoristrada, di manutenzione, di agonismo, di comunicazione e giornalismo motociclistico), meeting, raduni e viaggi. Nel 2004 ha istituito il Trofeo Motocicliste, rivolto esclusivamente alle donne, diventato due anni dopo Il Campionato Italiano Motocicliste. Dato il grande successo e la grande partecipazione di donne straniere, il club ha organizzato lo European Women’s Cup, nel 2005. Purtroppo, l’esperienza è durata poco: nel 2008 l’UEM (Unione Europea delle Federazioni Motociclistiche) ha deciso di interrompere quest’ultimo e nel 2010 la FMI (Federazione Motociclistica Italiana) ha optato per la chiusura del Campionato Italiano Motocicliste.

Davvero un peccato!