MotoGp, a Le Mans vola la Ducati, precipita il pilota!

0
92

Terzo successo di fila per Mark Marquez ieri sul circuito di Le Mans, ma a far notizia è il secondo “0 punti” di fila di Andrea Dovizioso.

Dopo un weekend di gara iniziato da”primadonna” per Andrea, con l’ufficializzazione del rinnovo con Ducati e il record della pista, il sogno di una vittoria di smaterializza al quinto giro di gara.

Deluso, il pilota forlivese commenta così:

“Non ricordo l’ultima volta che ho commesso un errore del genere. È molto pesante per me metabolizzare quanto successo, ci vuole un po’ di tempo. Non è da me, ero un pochettino lungo ma già mi era successo in prova. Un errore stupido e inaccettabile, quando sei più veloce degli altri non posso permettermi di fare questi errori. Voglio scusarmi con tutta la squadra Ducati perché non ci voleva. Quando hai questa velocità non puoi permetterti queste cose. Oggi non ci stava, non stavo spingendo, ero un pochettino largo e non gli ho dato la giusta importanza. Dopo il sorpasso con Lorenzo ho fatto la S in una maniera diversa, non ho fatto il punto di frenata diverso. Sono uscito in maniera diversa. In quel momento ho voluto superare Lorenzo perché avevo Zarco dietro e non è simpatico averlo in quelle condizioni. Di solito entra quando non c’è spazio. Non avevo bisogno di forzare. Zarco era aggressivo e volevo mettermi davanti. Marquez era un filino indietro, nei primi giri avrebbe fatto fatica con la gomma dura e così ci ho provato. Abbiamo tutte le potenzialità per vincere, siamo stra-veloci.”
“In questo momento non riesco ad accettare questo errore. La realtà dei fatti è questa, siamo veloci ed è la cosa più importante. Ora c’è sconforto e deve essere così, ma per come stiamo lavorando possiamo fare davvero tanto. Anche se i punti sono tantissimi da Marquez, non è chiusa. Ora è inutile pensare al campionato, è ancora presto e ci sono tanti punti in palio. Ho bellissime sensazioni, essere davanti e non spingere. Per me ci siamo. Non riesco a dire che la Ducati è competitiva su tutte le piste, bisogna lavorare weekend per weekend. Rispetto all’anno scorso, abbiamo una carena diversa ma non è certa la velocità in tutte le piste. Le sensazioni che sto provando quest’anno sono migliori dell’anno scorso quindi ci siamo per giocarcela. Però ci sono gli avversari e Marquez riesce a gestire le situazioni, le altre Honda stanno facendo fatica e quindi significa che lo spagnolo sta facendo la differenza. In ogni gara può succedere di tutto, non sono troppo preoccupato per quello. Pesa perché è stato un errore difficile da accettare. Più dispiaciuto per quest’errore che per quanto successo nella gara precedente. Mugello? Difficile sapere come potrà andare. Nei test le Honda sono volate, però di solito in gara siamo sempre alla pari o anche di più. I test vanno presi con le pinze e non ti dicono la verità. Saremo veloci al Mugello ma non so se sarà come l’anno scorso. Sono sempre stato bravo nelle partenze, ma in questi anni faccio fatica con la frizione. Oggi è andata bene, almeno quello.”