Biaggi vs Rossi, la sfida continua..dai Box.

0
101

Tutto ebbe inizio da una bambola gonfiabile!!!

Correva l’anno 1997, quando Valentino Rossi, percorse il giro d’onore per la sua vittoria al Mugello portando con sé una bambola gonfiabile con le sembianze di Claudia Schiffer,  idea nata per prendere in giro, in maniera ironica, il “divismo” di Max Biaggi che aveva più volte annunciato la sua presenza ad un gran premio “accompagnato” da Naomi Campbell.

Non fosse bastata questa scenetta goliardica, furono le parole di Rossi stesso in risposta ad un giornalista, a confermare l’inizio di una rivalità che sarebbe durata per anni.

“Vuoi diventare il Biaggi della 125?”. Il pesarese, senza pensarci troppo su, rispose: “Al massimo sarà lui che vorrà fare il Rossi della 250!”.

Ma lo scontro vero e proprio inizia nel 2000, quando Rossi, raggiunto Biaggi nella classe  500, chiude il campionato secondo davanti al pilota romano aprendo così le porte ad una vera e propria guerra che si conclude, almeno per quanto riguarda le gare, con l’uscita di Max dalla MotoGp.

I rapporti tra i due piloti, nonostante abbiano preso “piste” diverse, rimangono freddi e distaccati.

Ora però, in qualche modo, le loro strade si incrociano di nuovo.

Non in pista, ma a bordo pista!

 

Nel 2019, grazie all’accordo con la SudMetall SchedlGP di Peter Oettl, Max Biaggi tornerà nel circus del motomondiale in qualità di Team Manager per il Max Racing Team che correrà in Moto3 con la nuovissima Ktm Rc 250 Gp ed avrà come unico pilota il 19enne spagnolo Aron Canet.

Il legame tra questi due piloti sarà comunque e per sempre indissolubile, sia per quello che hanno dato al motociclismo, in pista negli ultimi vent’anni, e dai Box in futuro.