Il trionfo di Moceri e Bonetti su Alfa Romeo 6C 1500 SS alla Millemiglia 2019

0
139

Giovanni Moceri, medico palermitano, e Daniele Bonetti,  giornalista bresciano, a bordo di una Alfa Romeo 6C 1500 SS del 1928 si aggiudicano, con 74752 punti, la trentasettesima rievocazione storica, lasciandosi dietro  l’agguerrito Team Villa Trasqua  composto dai due bresciani Andrea Vesco e Andrea Guerini che, a bordo di una Alfa Romeo 6C 1750 SS Zagato del 1929, hanno totalizzato 73611 punti.  Più staccati, in terza posizione, con 72786 punti, Juan Tonconogy e Barbara Ruffini, con una Bugatti Type 40 del 1927.

“Siamo contenti di aver conquistato questa 1000 Miglia molto difficile – affermano soddisfatti Moceri e Bonetti – ci provavamo da diversi anni e ora quest’anno si è concretizzato il risultato grazie al supporto del Gruppo FCA Heritage che ci ha concesso una splendida vettura del Museo Alfa Romeo di Arese, alla quale siamo orgogliosi di aver abbinato i nostri nomi”.

Moceri e Bonetti al traguardo della Mille Miglia, foto da pagina Facebook ufficiale

Masticano amaro, invece, Vesco e Guerini che dichiarano: “Non siamo del tutto soddisfatti, è un secondo posto che brucia. Ci siamo scontrati con equipaggi molto forti, tra cui quello di Tonconogy e Ruffini, che hanno già vinto tre edizioni, e con quello di Moceri e Bonetti che conquistano la 1000 Miglia per la prima volta e ai quali vanno i nostri complimenti”.  La coppia argentina Tonconogy e Ruffini accende i riflettori sulla ennesima esperienza nella Freccia Rossa: “1000 Miglia è una gara fantastica ed è stato ancora una volta stupendo attraversare i luoghi più belli d’Italia”.

Vesco e Guerini alla premiazione. Foto Newsauto.it
Il terzo posto di Tonconogy e Ruffini .Foto di Newsauto.it

Ad aggiudicarsi la Coppa delle Dame, riservata al primo equipaggio femminile, la Aston Martin 2 Litre Speed Model del 1937 del duo composto dalla bresciana Silvia Marini e Francesca Ruggeri, piazzatosi al 34esimo posto complessivo, con 53766 punti. Una bella contesa con le veterane Franca Boni e Monica Barziza.